Artrosi Cervicale

Tende in genere a manifestarsi dopo i 40 anni e, pur colpendo sia le donne sia gli uomini, si presenta in genere più precocemente in questi ultimi. Le alterazioni delle vertebre, come la formazione di sporgenze ossee (osteofiti) sulla superficie dei corpi vertebrali, può provocare compressione e irritazione delle radici dei nervi che nascono dal midollo spinale e fuoriescono dalla colonna.I sintomi dell’artrosi cervicale comprendono rigidità del collo e dolore che può peggiorare con l’esecuzione di attività in posizione verticale. Il dolore inizialmente può essere modesto, ma tende a peggiorare progressivamente e col passare del tempo può diventare severo e debilitante. Altre caratteristiche del dolore sono le sue irradiazioni: tende a irradiarsi alle spalle e alle braccia e talvolta può accompagnarsi ad altri disturbi provocati dall’irritazione delle radici dei nervi, come formicolii alle braccia e alle mani o sensazione che siano “addormentate” e debolezza.

Le cause dell’artrosi cervicale

La probabilità di essere affetti da artrosi aumenta di pari passo con l’età. Tuttavia, la probabilità di svilupparla più o meno precocemente dipende da un substrato geneticamente determinato su cui possono agire molteplici fattori di rischio.

I fattori di rischio modificabili più rilevanti sono:

  • abitudini posturali scorrette: una posizione viziata del collo crea un disequilibrio nella distribuzione dei carichi e delle forze che agiscono su di esso.
  • lavori sedentari e ripetitivi che costringono a posizioni obbligate per lungo tempo: per i motivi di cui sopra.
  • stress meccanici e le sollecitazioni a livello articolare: i microtraumi ripetuti o i traumi diretti o indiretti sul collo, in particolare i colpi di frusta in seguito a incidenti automobilistici, possono determinare un danno articolare che col tempo evolve in artrosi.
  • la pratica di sport ad alto impatto
  • il fumo di sigaretta e il consumo di alcolici superiore a 3 unità pro die: è un fattore di rischio per artrosi, probabilmente correlato all’incremento dello stress ossidativo.
I sintomi dell’artrosi cervicale: dolore, rigidità, mal di testa, vertigini

Una grande percentuale di casi di artrosi cervicale, soprattutto di lieve entità, risulta asintomatica e il riscontro di artrosi avviene di solito in seguito a esami radiografici eseguiti per altro motivo.

Nei casi sintomatici, le manifestazioni principali sono la rigidità articolare e il dolore, sia a riposo che durante i movimenti del capo.